Rinnovata la collaborazione tra la Funivia Malcesine-Monte Baldo e l’Arena di Verona

Verona. La Funivia Malcesine-Monte Baldo e Fondazione Arena di Verona uniscono le forze e rinnovano una collaborazione storica per rispondere alle difficoltà del 2020 nel segno della grande Musica. Il pubblico è invitato nella nuova cornice di Tratto Spino per un doppio appuntamento con il Coro dell’Arena diretto da Vito Lombardi: un programma di chicche inedite e pagine celebri.

Proprio in coincidenza del gran finale del “Festival d’estate 2020”, che vede avvicendarsi sul nuovo palcoscenico areniano l’atteso Plácido Domingo e Saioa Hernández (28 agosto) e Vittorio Grigolo e Sonya Yoncheva, con il maestro Domingo sul podio (29 agosto), i complessi artistici areniani si impegnano su più fronti e, grazie alla storica e proficua collaborazione con la Funivia Malcesine-Monte Baldo, porta l’Opera in alta quota nei pomeriggi di venerdì e sabato, sempre alle 14.

“Con l’Arena sul Monte Baldo” è un appuntamento atteso da curiosi e appassionati che desiderano godere di un connubio davvero unico di musica e natura: dal 2004 richiama un pubblico di provenienza internazionale, rilanciando l’offerta artistica dell’Arena di Verona presso nuove platee e consolidando il legame con il lago di Garda in particolare e con tutto il territorio, di cui Fondazione Arena e Funivia sono protagonisti assoluti per il turismo, l’economia e la cultura.

L’iniziativa giunge quest’anno alla sua quattordicesima edizione, proseguendo un percorso che ha coinvolto negli anni gruppi strumentali, ballo e solisti di prestigio ma soprattutto il Coro, che torna protagonista dei due eventi con la direzione del suo maestro Vito Lombardi e con Patrizia Quarta al pianoforte. Il programma offre una selezione di grandi classici e nuovi brani dall’ampio repertorio dell’edizione straordinaria del Festival in corso, con lo sguardo rivolto all’anno prossimo: i verdiani “Il Trovatore, Ernani, Macbeth, I due Foscari, Otello” ma anche Rossini, Puccini, Mascagni. Proprio la sua “Cavalleria rusticana” (il nuovo spettacolo che inaugurerà il Festival 2021) sarà confrontata con una rarità assoluta: la stessa Cavalleria con la musica di Monleone, mai ascoltata a Verona e, all’epoca, al centro di un clamoroso caso mediatico che coinvolse Verga, Mascagni e diversi editori. Non può mancare ovviamente il gran finale con il trionfo dell’Atto II di “Aida”.

“Quest’anno – dichiara l’avvocato Pier Giorgio Schena, Presidente della Funivia di Malcesine Monte Baldo – l’evento assume un sapore del tutto particolare, quasi di sfida, nei confronti di una pandemia che ha colpito in modo significativo la nostra società e il nostro modo di vivere. Vogliamo continuare a vivere, riprendere i nostri ritmi favorendo ancora una volta e con sempre maggior forza quel gioco di squadra in cui crediamo fermamente per promuovere i nostri territori oggi così duramente colpiti”.

E il Sovrintendente e Direttore Artistico Cecilia Gasdia aggiunge: “Vorremmo che questi concerti stringessero in un abbraccio ideale tutti i cittadini che hanno vissuto e vivono questa pandemia ognuno facendo la propria parte con il lavoro e anche con il sacrificio delle proprie libertà, consapevoli che ogni singolo sforzo è importante.

Non ultimo il nostro pensiero si rivolge a tutti quei cittadini danneggiati dalla furia dell’uragano che ieri ci ha colpito in un modo così disastroso. Un altro evento atmosferico estremo che devasta il territorio ricordando ancora una volta che la salvaguardia della natura e il suo rispetto non sono più ipotesi teoriche ma concrete realtà”.

Il 28 e il 29 agosto i concerti, ad ingresso gratuito, saranno ospitati in una cornice nuova e altamente suggestiva, la Località Tratto Spino (1.760 m. di quota): saranno naturalmente rispettate tutte le disposizioni di sicurezza previste per gli eventi pubblici.

Stante emergenza COVID19, si consiglia vivamente l’acquisto dei biglietti online ed è assolutamente necessario prenotare l’orario di salita in funivia essendo i posti disponibili esclusivamente riservati ai prenotati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *