Il progetto “Vajont” partecipa alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia

Venezia. E’ l’italiano “Vajont”, proposto dal team composto dalla regista Iolanda Di Bonaventura e dal produttore Saverio Trapasso, il progetto in Virtual Reality selezionato alla conclusione delle varie fasi della quarta edizione (2019 – 2020) di Biennale College Cinema – VR, e che avrà accesso al sostegno della Biennale per la copertura del costo di produzione (che dovrà essere al massimo di 60.000 €).

“Vajont” parteciperà così, nella sezione Venice Virtual Reality, alla 77. Mostra Internazionale d’arte cinematografica (2 – 12 settembre 2020) diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Roberto Cicutto.

Il progetto aveva partecipato in precedenza a un workshop conclusivo di selezione, svolto dal 3 al 6 marzo interamente in modalità virtuale, insieme ad altri due team della Germania e della Gran Bretagna, selezionati a loro volta tra dodici progetti, scelti a seguito di una Call internazionale e una nazionale.

“Vajont” – Sinossi: esperienza VR interattiva in prima persona, ambientata nella valle del Vajont, qualche ora prima del disastro. La vicenda è incentrata su un dialogo fra marito e moglie: la donna subodora il pericolo e vuole allontanarsi; il marito respinge qualsiasi idea di pericolo. Cosa ci impedisce di lasciare i luoghi a cui sentiamo di appartenere? Possiamo accettare l’idea di dover proteggere noi stessi da qualcosa che fa parte della nostra stessa identità – il luogo in cui siamo cresciuti?

La regista, Iolanda Di Bonaventura, è nata a L’Aquila, nel 1993. E’ artista visiva e regista. Il suo lavoro è incentrato sul ruolo dell’ambiente come parte costitutiva dell’identità personale, e sull’individuazione di nuovi linguaggi tecnici e creativi, che possano supportare l’espressione e la comunicazione artistica.

Il produttore Saverio Trapasso è nato a Catanzaro nel 1986. Da sempre interessato al mondo della Computer Graphics, ha ricoperto diversi ruoli all’interno di produzioni multimediali e di gaming; si è occupato di formazione professionale nell’ambito della Virtual Reality. Attualmente è CEO e Co-Founder di Artheria, azienda che si occupa di ricerca e sviluppo nell’ambito delle cross-realities (Virtual Reality, Augmented Reality, Mixed Reality), nei settori dell’entertainment, del gaming ed industriale.

Il progetto Biennale College Cinema – Virtual Reality ottiene un importante finanziamento dal Programma MEDIA – Europa Creativa della Commissione Europa – Direzione Generale Connect. Le attività formative verranno sostenute dal contributo MEDIA. Tale contributo si aggiunge al sostegno che il Programma MEDIA ha dato allo sviluppo del Venice Production Bridge.

Biennale College – Cinema, realizzato dalla Biennale di Venezia, ha il sostegno del Ministero per i Beni e per le Attività Culturali e per il Turismo – Direzione Generale Cinema. Sponsor è l’Università Telematica Pegaso. Biennale College – Cinema si avvale della collaborazione accademica di IFP New York e del TorinoFilmLab. Direttore è Alberto Barbera, Head of Programme Savina Neirotti.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *