Al Castello Sforzesco di Milano l’anteprima di “Electroclassic Festival”

Milano. Giovedi 6 agosto al Castello Sforzesco di Milano si terrà “Electroclassic Summer Night”, anteprima di “Electroclassic Festival” in programma dal 22 al 28 novembre. Electroclassic Festival è un progetto di Amadeus Arte, già organizzatore dal 2006 del prestigioso LakeComo International Music Festival e attivo nella promozione di artisti e compositori, organizzato in collaborazione con BigBox, editore dell’omonima freepress specializzata, della testata MusicEdu e co-organizzatore del FIM, Salone della Formazione e dell’Innovazione Musicale di Milano. L’idea fondante del festival Electroclassic è proporre al pubblico una selezione di progetti di musica dal vivo, la cui caratteristica comune è quella di sfruttare le moderne tecnologie digitali per arricchire le personalità timbriche degli strumenti tradizionali in chiave espansiva e non limitativa. Si tratta cioè di concerti in cui l’elaborazione del suono tramite dispositivi elettronici avviene nel rispetto delle specificità acustiche dello strumento musicale, sia esso un pianoforte, una fisarmonica, uno strumento a fiato, ad arco o a percussione.

“Electroclassic” prevede una serie di concerti che si svolgeranno all’interno di spazi culturali differenti, tutti caratterizzati da un’apertura alla contaminazione e alla multidisciplinarietà artistica.

“Electroclassic Festival” rimette in primo piano la relazione tra musicista e strumento acustico tradizionale, come base di partenza per l’arricchimento espressivo della performance attraverso l’utilizzo di nuove (e vecchie) tecnologie.

Una speciale sezione “Call for Electroclassic” selezionerà i progetti live di giovani musicisti impegnati nell’integrazione tra strumento acustico ed elettronica.

La precedente edizione di “Electroclassic Festival” ha visto la partecipazione di Paolo Lagazzi + Laboratorio di Informatica Musicale – UNIMI (Spazio Tadini), Fabrizio Paterlini (Ottavanota Auditorium), Sara Calvanelli (Spazio Tertulliano), Eloisa Manera (Magazzino Musica), Maria Luisa D’Eboli e Piero Chianura (Spazio Tadini) e Floraleda (La Capsula Base Milano).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *