Comitato Scientifico

Michele Campanella, considerato internazionalmente uno dei maggiori virtuosi e interpreti lisztiani,  ha affrontato in oltre 50 anni di attività molte tra le principali pagine della letteratura pianistica. La sua discografia comprende incisioni per etichette quali Emi (Ravel), Philips (Liszt, Saint-Saëns), Foné (Chopin), PYE (Liszt, Ciajkovskij), Fonit Cetra (Busoni), Nuova Era (Ciajkovskij, Liszt, Musorgskij, Balakirev), Musikstrasse (Rossini), P&P (Brahms, Liszt, Scarlatti). Nell’estate del 2005 è stata pubblicata dal Rossini Opera Festival la registrazione della Petite Messe Solennelle di Rossini diretta da Campanella a Pesaro. Ha suonato con le principali orchestre europee e statunitensi, collaborando con direttori quali Claudio Abbado, Aldo Ceccato, Gianluigi Gelmetti, Eliahu Inbal, Charles Mackerras, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Esa-Pekka Salonen, Wolfgang Sawallisch, Thomas Schippers, Hubert Soudant, Pinchas Steinberg, Christian Thielemann. È frequentemente invitato in paesi quali Australia, Russia, Gran Bretagna, Cina, Argentina ed è stato ospite dei festival internazionali di Lucerna, Vienna, Praga, Berlino e Pesaro (Rossini Opera Festival). Negli anni ’90 è stato al fianco di Salvatore Accardo e Rocco Filippini, quali partner ideali per affrontare i capolavori della musica da camera. Spiccano tra gli importanti traguardi l’esecuzione di tutti i concerti di Beethoven e Mozart, e l’integrale della musica per pianoforte di Brahms. Si dedica con passione all’insegnamento: è stato titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Chigiana di Siena dal 1986 al 2010 e per otto anni ha tenuto corsi di perfezionamento a Ravello. Ha fondato recentemente  con Monica Leone la Comunità musicale della Costa d’Amalfi. È stato insignito dei prestigiosi riconoscimenti della “Fondazione Premio Napoli” e della “Fondazione Guido e Roberto Cortese”. È membro delle Accademia di Santa Cecilia dal 1983, dell’Accademia Filarmonica Romana, dell’Accademia Cherubini di Firenze. È stato per nove anni direttore artistico di tre stagioni concertistiche nate nell’ambito delle Università di Napoli, Benevento e Catanzaro. Da cinque stagioni è  direttore artistico del Maggio della Musica di Napoli. Dal 2008 è Presidente della Società Liszt, chapter italiano dell’American Liszt Society. All’attività di musicista, Campanella affianca quella di scrittore.  Nel 2011 Bompiani ha pubblicato il libro Il mio Liszt. Considerazioni di un interprete, un omaggio letterario che il pianista ha voluto dedicare al suo autore di riferimento. Il 2014 ha visto Michele Campanella protagonista in Italia, come solista e direttore, nell’esecuzione dell’ultimo concerto di Mozart K 595 e del concerto n.2 di Brahms oltreché  nel recital “Chopin vs Liszt: La Battaglia”, una pacifica battaglia tra due dei massimi compositori per la letteratura pianistica, Fryderych Chopin e Franz Liszt. È stato inoltre impegnato in tour negli Stati Uniti con il Fine Arts Quartet, in Sud America con il violinista Boris Belkin e nella realizzazione di un cd, edito da Cam Jazz, per un progetto sull’improvvisazione jazz con il sassofonista Javier Girotto. Nel 2014 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”. Nel 2015, la poliedrica attività di Michele Campanella lo ha portato  in tour con Javier Girotto e il loro progetto Musique sans Frontières su musiche di Ravel e Debussy. In ottobre ha festeggiato i cinquant’anni dal debutto al Teatro di San Carlo, a Napoli. Nel 2016, tra i vari impegni,da sottolineare il ritorno al Teatro alla Scala in formazione di quintetto con il Quartetto della Scala e l’esecuzione del grande Concerto di Busoni al Teatro Verdi di Trieste.

Ricardo Da Costa is Professor of Medieval History,  Philosophy and Arts from Federal University of Espirito Santo (Ufes), Corresponding Academic of Reial Acadèmia de Bones Lletres de Barcelona, and the Institut Virtual Internacional de Traducció (IVITRA – Universitat d’Alacant).

Mons. Vincenzo De Gregorio, consulente dell’Ufficio Liturgico Nazionale per il settore della Musica Liturgica, è nato ad Anacapri nel 1946. Ha compiuto gli studi classici conseguendo la maturità presso i Padri Barnabiti di Napoli.
Studente nel Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e poi, a Roma, presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra per i corsi di Organo e di Composizione. A Roma ha conseguito anche la Licenza in Sacra Teologia nella Pontificia Università Urbaniana con il Prof. P.Burckhard Neunheuser. Ordinato presbitero dal Cardinale Corrado Ursi  il 12 dicembre  1970,  ha proseguito gli studi umanistici presso la Università Federico II di Napoli ed ha conseguito l’abilitazione per l’insegnamento di Lettere Moderne.
Diplomato in Organo e Composizione organistica, è stato docente di Organo e Canto Gregoriano nel Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. È stato altresì direttore dei Conservatori di Musica di Avellino e di Napoli, creandovi la Biblioteca musicale storica digitale e l’archivio storico degli antichi Conservatori.
Completato l’incarico di direzione ha ripreso l’insegnamento nello stesso Conservatorio. Organista del Duomo di Napoli è responsabile della musica per la Liturgia  nella Arcidiocesi  dal 1990 e collaboratore dell’Ufficio Diocesano per il Culto Divino.

Prof. Vicent Martines is a Profesor at the University of Alicante. He has a B.A. and Ph.D. in Catalan Philology (University of Alicante) and a Ph.D. in Translation and Interpretation (University of Alicante). He is the Director of IVITRA (Institut Virtual International de Traducció) and the Director of the Seu Universitaria La Nucía (University of Alicante). He is a member of the Reial Acadèmia de Bones Lletres de Barcelona.
He is the Co-director of the  Centre Internacional d’Investigació d’Estudis Ibèrics / Internationales Institüt für Iberische Studien (Universitat d’Alacant / Otto-Friedrich Universität Bamberg).
He is also the director of the Projects ISIC/2012/022, PROMETEO/2009/042 & PROMETEOII/2014/018. He directs the Ph.D. program “Intercultural and Historical Transfers in Medieval Mediterranean Europe” at the University of Alicante. He is the chief editor of Series IVITRA Research in Linguistics and Literature, John Benjamin (Amsterdam, The Netherlands / Philadelphia, USA) and co-editor of eHumanista/IVITRA.
He also co-directs Mirabilia/MedTrans and  Studia Iberica et Americana. Journal of Iberian and Latin American Literary and Cultural Studies. In addition, he directs the “Filología Catalana” &  “Clásicos Valencianos” series of the Editorial Atenea-Centro de Lingüística Aplicada and the “European and Mediterranean Classics” series of Peter Lang International Publishing Company. He is the director of the “Textes catalanes modernes” series of the Classiques Garnier (Paris, France) and of the “Textes catalans du Moyen Âge” series of the Textes littéraires du Moyen Âge (Paris, France).
He has received the following awards: Rei En Pere el Catòlic d´Investigació (Institut d´Estudis Catalans, 1988), Premi d´Investigació Historicocultural Ibn Al-Abbar (Generalitat Valenciana, Ajuntament d´Onda, 1990), and the Premio de Ensayo de Catalán, Gallego y Vasco de la Fundación Ortega y Gasset (Fundació “La Caixa”, 1993). He is the author of over 200 publications. Among his latest titles, we could mention Multilingual Joan Roís de Corella. The Relevance of a Fisteenth-Century Classic of the Crown of Aragon / Joan Roís de Corella Multilíngüe. La importància d’un clàssic de la Corona d’Aragón del segle XV (2013), Bernat Metge, The Book of Fortune and Prudence (2013), Lo regiment de la cosa pública en el Dotzé del Crestià / El gobierno de lo público en el Duodécimo del ‘Cristiano’ (2009), Ausiàs Marc, poeta universal: 8 poemes d’Ausiàs March traduïts a 25 llengües || Ausiàs March, a Universal Poet: 8 poems by Ausiàs March Translated into 25 languages (2 vols., 2009).

Fabrizio Manuel Sirignano è Professore Ordinario di Pedagogia generale e sociale nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, dove è Delegato del Rettore per il Lifelong Learning e Presidente del Corso di laurea in Scienze della formazione primaria. Coordina l’International Research Group Education and Politics, è stato Visiting Professor nelle Università di Alicante, Malaga e Sevilla (Spagna) ed è attualmente docente e co-direttore di un Master internazionale presso la DemocritusUniversity of Thrace (Grecia).
Dirige dieci Collane editoriali ed è componente di numerosi Comitati scientifici di Collane e Riviste scientifiche nazionali ed internazionali.
È Coordinatore scientifico del Premio internazionale Francesco Saverio Nitti per il Mediterraneo nell’ambito di un partenariato tra Università del Sud Europa, Istituzioni, Società scientifiche ed Associazioni. Rivolge principalmente i suoi studi al rapporto educazione-politica, al ruolo della formazione nell’orizzonte della società multiculturale e alle problematiche connesse all’utilizzo dei nuovi linguaggi della comunicazione.
In qualità di esperto di pedagogia del cinema, è stato più volte ospite di Gigi Marzullo nella trasmissione Cinematografo su RAI UNO.
Autore di numerose monografie, articoli e saggi, tra le sue pubblicazioni si ricordano: Per una pedagogia della politica (Roma 2007; 2015); Pedagogia civile e questione meridionale. L’impegno di Francesco Saverio Nitti e Gaetano Salvemini, in coll. (Lecce 2012); Pedagogia della decrescita. L’educazione sfida la globalizzazione (Milano 2012), Aprendizaje, ciudadanía y participación. Perspectivasdesdeelsur de Europa, a cura di, in coll. (Sevilla 2013); La prise de parole e le pedagogie sommerse del Sud Italia, in coll. (Napoli 2015); Escenarios y perspectivaspedagógicas en elMediterráneo. Innovación, nuevastecnologías y emergenciaseducativas, a cura di, in coll. (Sevilla 2016); Il Grande Esule di Acquafredda. Francesco Saverio Nitti tra pedagogia, politica e impegno civile (Milano 2017).

Rosabel Roig Vila es Directora del ICE de la Universidad de Alicante y editora de la revista electrónica científica Journal of New Approaches in Educational Research (NAER) (http://www.naerjournal.ua.es). Doctora en Pedagogía (premio extraordinario) y Profesora Titular de la Universidad de Alicante. En esta misma universidad ha sido Decana de la Facultad de Educación (2005-2009); dirige el grupo de investigación EDUTIC-ADEI (Educación y TIC. Atención a la Diversidad. Escuela Inclusiva) (VIGROB-039); es miembro del Instituto Superior de Investigación Cooperativa IVITRA y del Instituto de Estudios Sociales de América Latina, Instituto Universitario de la Universidad de Alicante.
Su línea de investigación se centra en el campo de las Tecnologías de la Información y la Comunicación aplicadas a la educación, donde ha escrito más de 100 publicaciones científicas. Ha participado en diversos comités científicos internacionales; en más de 15 tribunales de Tesis Doctorales; en  diversos proyectos I+D+i como investigadora principal (p.e., E-ACCESIBLE (IPT-430000-2010-29) y como participante en proyectos interuniversitarios (p.e., Competencias para la docencia en línea (EA2010 – 0059), Diseño y creación de objetos de aprendizaje en el EEESy E-learning en los estudios de postgrado).
Es coordinadora de diversos cursos de formación de Enseñanza Superior y ha impartido cursos y ponencias por invitación en diversas universidades, como la Universitat Politècnica de Catalunya, Universidad de Bilbao, Universidad de Valencia, etc.

Ver más información en http://www.rosabelroigvila.es

Vincenzo Trione è professore ordinario di Arte e media e insegna anche Storia dell’arte contemporanea. È Preside della Facoltà di Arti, turismo e mercati e coordinatore del Dottorato di ricerca in Visual and Media Studies. Collabora al “Corriere della Sera” ed è titolare della rubrica d’arte di “Io Donna” (magazine del “Corriere della Sera”). È stato Commissario della XIV edizione della Quadriennale di Roma (2003) e Direttore generale di Valencia 09-Confines. Passajes de las artes contemporaneas. È stato nominato curatore del Padiglione Italia della 56^ Biennale di Venezia – arti visive (2015).
Dirige il Dipartimento di ricerca del Museo d’arte contemporanea Madre di Napoli. Nel 2014 è stato nominato nel comitato scientifico dell’Enciclopedia Italiana Treccani. E’ Direttore generale dell’Enciclopedia Treccani dell’Arte Contemporanea. Ha curato mostre in musei italiani e stranieri (tra le altre, El siglo de Giorgio de Chirico presso l’IVAM di Valencia nel 2007, Salvador Dalí nel 2010 e Alberto Savinio nel 2011 entrambe a Palazzo Reale di Milano, e Postclassici al Foro romano e al Palatino di Roma nel 2013).
Ha pubblicato numerosi saggi su momenti e figure delle avanguardie: Tra i suoi libri,  Il poeta e le arti. Apollinaire e il tempo delle avanguardie (1999), Dentro le cose. Ardengo Soffici critico d’arte (2001), Atlanti metafisici. Giorgio de Chirico: arte, architettura, critica (2005),Le città del silenzio. Giorgio de Chirico: architettura, memoria, profezia (2009), Effetto città. Arte cinema modernità (2014, Premio Roma, Premio-giuria Viareggio), Contro le mostre (con Tomaso Montanari, 2017).